PONTE ROSA

Petit Manseng

La magia della dolcezza e l’equilibrio sottile della freschezza gustativa caratterizzano Ponterosa, ottenuto da uve Petit Manseng, coltivate nei nostri terreni tra il mare ed il vulcano Etna, lasciate appassire al caldo sole di Sicilia, che regalano un vino ambrato ricco di aromi fruttati e speziati e d’inebriante lunga persistenza. Da abbinare a svariate preparazioni dolci, formaggi erborinati e stagionati. Servire a 8°/10° C

Uve: Petit Manseng

Tipo di terreno: di origine alluvionale, prevalentemente sabbioso ricco di scheletro e sostanza organica.

scheda tecnica

PONTE ROSA

Petit Manseng

La magia della dolcezza e l’equilibrio sottile della freschezza gustativa caratterizzano Ponterosa, ottenuto da uve Petit Manseng, coltivate nei nostri terreni tra il mare ed il vulcano Etna, lasciate appassire al caldo sole di Sicilia, che regalano un vino ambrato ricco di aromi fruttati e speziati e d’inebriante lunga persistenza. Da abbinare a svariate preparazioni dolci, formaggi erborinati e stagionati. Servire a 8°/10° C

Uve: Petit Manseng

Tipo di terreno: di origine alluvionale, prevalentemente sabbioso ricco di scheletro e sostanza organica

scheda tecnica

Annate

2016

Annata fredda e piovosa che ha causato una diminuzione di produzione, durante la stagione si è proceduto a un diradamento dei germogli e prima della vendemmia dei grappoli per permettere una corretta maturazione.

Ai vini ha dato freschezza carica tannica ed eleganza con gradazioni alcoliche equilibrate e una buona propensione all’invecchiamento.

2015

Annata abbastanza fredda e piovosa che ha permesso una buona idratazione delle piante, durante la stagione si è proceduto a numerose cimature e prima della vendemmia un diradamento dei grappoli per permettere una buona maturazione.

Ai vini ha dato molta freschezza carica tannica ed eleganza con gradazioni alcoliche medie e una buona propensione all’invecchiamento.

CARATTERISTICHE

L’ambra, prezioso gioiello, si fonde nel bicchiere impreziosendone le pareti come un miracoloso unguento. L’intensità olfattiva sa di albicocche, datteri, fichi secchi. I delicati sentori della frutta Martorana si intrecciano con quelle del miele e della ginestra leggermente appassita.

ARTE CULINARIA

Il sorso ci confonde. Le note iodate e minerali con la menta e la salvia rilasciano una freschezza vivace, non stucchevole, che rilascia forza ed eleganza in una prolungata emozione gustativa. I dolci naturalmente: la tradizionale Cassata, una fragrante Millefoglie, le croccanti Zeppole … ed “insolitamente” i Formaggi. Erborinati, semi-stagionati e se stagionati accompagnati con del miele, confetture o marmellate.